Dieta Genetica: Cos’è e Come Funziona

Nel 1862 il filosofo Ludwig Feuerbach affermò che Noi siamo quello che mangiamo. È vero? In parte sì, eppure un esperimento che volesse dimostrare questa ipotesi non avrebbe successo. Se per assurdo due persone, con lo stesso stile di vita, mangiassero i medesimi alimenti ci accorgeremmo che il loro corpo si comporterebbe in modo del tutto personale.

Ognuno è unico: perché unico è il DNA, il tesoro di tutte le informazioni vitali

Unico è il genoma, l’insieme di informazioni genetiche depositate nella sequenza del DNA.
Questo determina che ciascun individuo risponda all’alimentazione diversamente dagli altri.
Non si possono perciò applicare o imporre regole e schemi che prescindano dalla persona, dalla sua storia fisica e umana.

Bisogna passare da una dieta vissuta come privazione a una dieta vissuta come rampa di lancio per una vita migliore. La dieta del DNA è un superamento della dieta del gruppo sanguigno, che è basata su osservazioni empiriche e non su basi scientifiche consolidate. Oggi possiamo “guardarci dentro”, scoprire come funziona il nostro motore, realizzando una vera dieta metabolica a misura della propria costituzione e quindi del proprio assetto genetico.

Dieta e DNA

Esami approfonditi attraverso test diagnostici avanzati, genetici, di assoluta scientificità possono stabilire l’esatto rapporto tra un individuo e un tipo di cibo.

Il nostro slogan è Eat right for your genotype!

È inutile mettere benzina in un motore che funziona a gasolio. I tuoi geni ti consiglieranno non più una dieta basata solo sulle tue abitudini alimentari e di vita, ma anche confezionata a tua immagine e somiglianza, nella sua composizione qualitativa, nella distribuzione ed organizzazione dei pasti della giornata, nella individuazione di cibi e nutraceutici in grado di agevolare il successo del piano d’azione. Limitare una dieta sulla base solo di alcuni concetti noti, come ad esempio le calorie o il tuo gruppo sanguigno, è una bugia.

«La mia esperienza nel campo della nutrizione parla chiaro: i pazienti hanno bisogno di essere considerati, visitati, studiati, resi protagonisti delle loro scelte. Bisogna occuparsi della persona nella sua completezza»

Geni, Test del Dna e Dieta: «Eat right for your genotype»

I geni sono un tesoro di informazioni inestimabile a cui attingere: Come mangiare? Quali vitamine assumere? Che proteine o carboidrati incamerare durante la giornata? Qual è l’attività fisica migliore da praticare? Quali gli stili comportamentali e alimentari appropriati? Per molte risposte non occorre leggere un libro, ma il nostro DNA.

AMIA ha messo a punto un test di analisi genetica per identificare scientificamente in relazione al DNA di ciascuno un’alimentazione a misura personale con finalità di calo ponderale, benessere e prevenzione. Sarà possibile strutturare un profilo genetico dettagliato e stabilire quali prodotti assumere per ottenere i miglioramenti estetici e di salute desiderati.

È una rivoluzione copernicana: TU sei al centro

Per ogni paziente si possono valutare la capacità detossificante del fisico e quella antiossidante, quella in grado di contrastare attivamente i radicali liberi. Si analizzano i polimorfismi genetici indicatori dell’efficacia nella gestione di zuccheri, grassi e proteine. Si esaminano i geni delegati all’assimilazione del calcio, della caffeina, legati alla biosintesi delle lattasi e coinvolti nella regolazione del metabolismo e quindi del peso corporeo, sovrappeso, cellulite, ritenzione idrica, dismetabolismi ecc.

Articoli per la Dieta Comportamentale

La Nutrigenomica e la Nutrigenetica: diventare protagonisti

Siamo costituiti dall’interazione tra genoma (l’insieme dei geni di una cellula, la nostra costituzione di base) e ambiente (stile di vita, attività fisica, alimentazione). Come possiamo essere protagonisti del nostro presente e futuro? Conoscendo i limiti e le potenzialità del nostro corpo interverremo attivamente sul nostro stile di vita, sulle nostre scelte nutrizionali, sugli integratori studiati e definiti “ad personam“. Così oggi abbiamo la possibilità di mangiare in funzione di quello che siamo.

La nutrigenetica ci aiuta: si propone di indagare quanto la costituzione di un individuo, che prende il nome di genotipo, possa influire sulla dieta.

La nutrigenomica ci aiuta: studia come la dieta influenzi l’accensione o il silenziamento, in parole povere, il funzionamento, l’espressione e la traduzione del messaggio contenuto nei geni. Cerca di capire in che modo un alimento modifica il funzionamento dell’organismo a livello molecolare; studia l’utilità e la sicurezza dei cibi e dei diversi ingredienti che possono influenzare la salute umana; chiarisce i meccanismi molecolari alla base degli effetti del cibo, degli integratori e dei singoli nutrienti sulla salute; contribuisce ad evidenziare la predisposizione a determinati stati patologici o l’aumento del rischio di patologie.

Questa rivoluzione ha portato alla nascita di una nuova disciplina, la Nutrizione Molecolare che ci porta a diete in cui il nutriente non è visto solo in qualità di sapore e appetibilità, ma diviene esso stesso una specie di farmaco.

Integratori